×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42
06/03/13

Controlli a tappeto per difendere gli animali In evidenza

Questo meraviglioso maremmano è stato controllato il giorno prima che venisse investito è abbandonato dal pirata che lo ha lasciato di notte al freddo e agonizzante sul bordo strada, nei pressi della zona Oasi a Corato (BA).

Mancherà molto a Francesca, la bambina di 7 anni che amorevolmente giocava con lui tutti i pomeriggi al ritorno da scuola. Il nonno della bambina racconta di essere confuso, aveva appena chiesto l’affido del cane, ma il tempo è stato più veloce e la morte glielo ha rubato per sempre. Il corpo del povero cane è stato recuperato dal Comune sulla scorta delle indagini avviate dalle Guardie per l’Ambiente, dopo il nulla osta del Dirigente del servizio veterinario dell’ASL, per poi essere avviato alla sua decorosa sepoltura. Non si è potuto fare altro.

Le Guardie per l’Ambiente hanno organizzato diversi servizi di vigilanza per tutelare questi animali indifesi, intensificando anche le attività sanzionatorie a carico dei cani padronali privi di microchip. Sono stati battuti a tappeto anche i luoghi in cui esistono colonie feline ed in un caso, due gatti sono stati trasportati di urgenza al veterinario per sospetto avvelenamento.

 

maremmanodue

 

L’emorragia di crudeltà non sembra arrestarsi – spiega Pasquale LATERZA, presidente della Guardie per l’Ambiente – e, per quel che altro possiamo fare abbiamo anche proposto un “Regolamento sulla protezione degli Animali” sperando vivamente che il Commissario Prefettizio, il dott. Biagio DE GIROLAMO, nell’orbita delle sue attribuzioni possa approvarlo concedendo a Corato uno strumento di vitale importanza in questo momento storico che la nostra città sta attraversando, considerato il copioso ripetersi di episodi di violenta intolleranza sugli animali.

E le Guardie per l’Ambiente unitamente alla Polizia Municipale hanno anche controllato il circo che per qualche giorno è stato presente nella nostra città. Dopo aver ottenuto la piena disponibilità del proprietario è stata controllata la fauna nelle disponibilità, tutta correttamente detenuta, pur trattandosi di animali nati e vissuti in gabbia.