26/08/15

MALEO (LO): Progetto "Bonus adotta un cane"

{mp4}297{/mp4}

Bonus adotta un cane randagio a Maleo (LO). Per incentivare l'adozione di uno dei cani ricoverati presso il canile di Casalpusterlengo e a carico dell'amministrazione comunale di Maleo, la commissione ambientale presieduta dal consigliere Davide Pagani ha approvato uno speciale regolamento che prevede un contributo in denaro.

Il bonus va dai 150 ai 200 euro a seconda dell'età e della taglia dell'amico Fido. Dunque è previsto un contributo una tantum di 150 euro per chi adotta cani di piccola e media taglia fino a 3 anni, e di 200 euro per chi deciderà di prendersi cura di un cane che sia di taglia grande indipendentemente dall'età. Per avere diritto al bonus è sufficiente presentare richiesta compilando la modulistica, con la sottoscrizione della quale si accetta il regolamento che prevede 4 controlli a campione nell'arco dei 12 mesi successivi all'adozione. Il contributo sarà erogato solo se dai controlli non risulteranno irregolarità. In ogni caso a distanza di un anno. Il contributo è previsto per residenti entro 70 chilometri dal canile convenzionato, per evidenti ragioni di semplificazioni dei controlli che sono stati affidati alla polizia locale e alle Guardie per l'Ambiente convenzionate con Maleo. Abbiamo perfettamente chiaro che uno che non adotta un cane per avere i 150 euro dal Comune e ci auguriamo che chiunque voglia adottare un animale, soprattutto da un canile, lo faccia per amore verso di esso e non per altri motivi. Con questo atto vogliamo però incentivare, nella libera scelta di chiunque, l'adozione di cani sono attualmente a carico delle casse comunali, che si concretizzano in una spesa di circa 1,50 euro al giorno per animale da moltiplicarsi per i 6 cani attuali, con un esborso annuo che supera i mila euro - spiega Pagani. Cos' facendo tutti e quattro i soggetti coinvolti nel percorso dell'adozione avranno vantaggi: il Comune si sgrava di costi fissi, il canile affida un cane, gli affidatari hanno un incentivo economico e, soprattutto, il cane trova una famiglia che lo accoglie. L'iniziativa s'inserisce in una precisa politica dell'amministrazione comunale in fatto di animali, come prova la recente introduzione del regolamento di polizia urbana che vieta la detenzione di cani alla catena. Grazie al lavoro delle Guardie per l'Ambiente inoltre Maleo ha un'anagrafe canina perfettamente aggiornata per comunicare con tutti i possessori di cani del territorio (Laura Gazzin)