×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42
31/08/10

Alta murgia: due forti botti, un'auto scappa e si alzano mostri di fiamma

PARCO NAZIONALE DELL'ALTA MURGIA - Non è scoppiato perché qualcuno ha lasciato cadere la sua sigaretta dal finestrino mentre in corsa attraversava l'area. E men che meno centra il caldo torrido di questi giorni. Sono le ore 20.25 del 30 agosto 2010 e un passante chiama la sala operativa del Corpo Forestale dello Stato. Fate presto, hanno dato fuoco.

Le due persone (tra cui un Ufficiale della Guardia di Finanza)  di Grumo Appula erano intente a sostituire un pneumatico nei pressi dell'incendio quando hanno sentito due forte botti e visto alzare le fiamme. Sono corsi sul posto temendo si trattasse dell'esplosione o della collisione di due autovetture, ma, invece, hanno capito subito che si trattava di tutt'altro. Qualcuno aveva dato fuoco in due punti differenti e dal bordo strada il bosco attraversato dalla cosiddetta mediana delle Murge, nei pressi della necropoli di San Magno.
Nel frattempo una pattuglia del Corpo Forestale dello Stato di rientro da un servizio con le GUARDIE PER L'AMBIENTE si è diretta sui punti per sedare l'incendio che ha avuto origine verso le ore 20.30 e terminato alle ore 00.15 del giorno seguente.

I sospetti si sono concentrati su un'utilitaria di colore scuro. Da quest'autovettura sarebbe sceso l'impunito criminale che ha dato fuoco in una zona che evidentemente conosceva bene.