×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42
10/08/10

A caccia chiusa ecco i primi richiami illeciti: un sequestro penale

Gli uccelli rappresentano una componente importante della biodiversità globale. A loro tutela sono incessanti le attività poste dalle GUARDIE PER L'AMBIENTE che oggi hanno sequestrato un richiamo elettromagnetico illecito del tipo a blindatura metallica.Una pratica tanto stupida quanto odiosa per la vigliaccheria utilizzata a danno del più grande ordine della classe degli uccelli: i passeriforme.

Nella maggior parte dei casi si tratta - spiegano alle GUARDIE PER L'AMBIENTE - di indefessi e ruspanti bracconieri locali che sfidano continuamente la legge, anche quelle della natura, per un vigliacco tornaconto. Purtroppo imbracciando un fucile, spesso senza le dovute autorizzazioni, credono di essere imbattibili, invincibili ma la verità è che non conoscono neanche il valore del territorio che calpestano. Per loro disgrazia la sensibilità ambientale si è innalzata notevolmente in questi ultimi anni e questo sta fortemente marginalizzando questa pratica che viene ormai confinata per quella che è: un'attività criminale ai danni della natura.
Invitiamo di contro tutti i cacciatori ligi alle leggi a denunciare e ad allontanare queste zozze persone, personaggi facilmente e notoriamente conosciuti. Nel frattempo, congiuntamente al Corpo Forestale dello Stato e ai Carabinieri sono stati intensificati i controlli per sorprendere questi furfanti della natura.

Nel frattempo il sost. Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trani, la dott.sa Mirella CONTICELLI, ha ordinato la confisca e l'immediata distruzione del richiamo elettrosonoro che prontamente le GUARDIE PER L'AMBIENTE hanno effettuato.