×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42
09/03/12

Il GIP ordina il trasferimento a Bari degli atti a carico del presidente Vendola

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trani - il dott. Francesco Zecchillo - ha ordinato al Sost. Procuratore della Repubblica della Procura di Trani - il dott. Michele RUGGIERO - la trasmissione alla Procura di Bari degli atti a carico del Presidente della Regione Puglia, dott. Nicola VENDOLA (e del Segretario Generale della Giunta Regionale).

 Il reato ipotizzato nei confronti dei due indagati, in concorso fra loro, è il falso ideologico, un reato che prevede pene asprissime poichè "Se la falsità concerne un atto o parte di un atto, che faccia fede fino a querela di falso, la reclusione è da tre a dieci anni.". Il procedimento è nato in seguito all'accoglimento del Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica che ha accertato sulla base dell'indagine giudiziara esperita dal Consiglio di Stato come il calendario venatorio risultava in alcune parti illeggittimo, autorizzando i cacciatori a violare la legge penale. Dopo le indagini esperite dai Carabinieri del NOE il procedimento è finito sul tavolo del GIP di Trani che, dopo aver letto il fascicolo e le memorie, ne ha disposto, non l'archiviazione, ma il trasferimento alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari.

Non possiamo non riconoscere al Presidente Vendola il grande impegno svolto per l'ambiente, ma, certamente non possiamo sottrarci, e mai lo faremo, nel sottolinerare come le legge sia la legge. In questo abbiamo sempre creduto.