×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42
26/09/12

E' allarme per avvelenamento cani. Scattano i controlli a tappeto. In evidenza

Polizia, Guardie per l'Ambiente, Comune di Corato e Veterinari della ASL tutti sulle tracce del serial killer dei quattrozampe che si aggira nei dintorni del viale delle Felci nella zona residenziale appena fuori le mura cittadine di Corato.

Otto denunce di avvelenamento, o di tentativo, mediante l'abbandono di polpette alimentari quasi tutte di colore blu e impregnate di sostanze tossico/nocive per gli animali e per gli uomini.

Qualche cane in preda a strazianti convulsioni è morto fra le braccia del suo padrone, lacerato da tanta inutile e gratuita crudeltà. Infatti oltre ai canili lager, all’ignoranza ed alla crudeltà della gente, alle difficoltà economiche, dobbiamo anche affrontare la stupidità di chi getta polpette avvelenate solo per soddisfare il proprio ego malvagio.

Le Guardie per l'Ambiente hanno immediatamente attivato tutte le procedure di sicurezza previste dall'Ordinanza del Ministero da attuare in questi casi e informato il Servizio veterinario della ASL che ha provveduto ad effettuare ogni più opportuno accertamento.

In sinergia con il personale del Commissariato di Polizia sono stati visionati i video delle telecamere di sicurezza poste nella zona e una traccia è stata considerata attendibile e su cui sono state avviate indagini di polizia giudiziaria. Comunque nell'attesa dello svolgimento di tutti gli accertamenti del caso, la zona è stata immediatamente perimetrata dalle Guardie per l'Ambiente unitamente ai funzionari dell'Ufficio Ambiente del Comune di Corato.

La perimetrazione è stata attuata nell'intento - spiega Pasquale Laterza, presidente nazionale delle Guardie per l'Ambiente - di mettere in allerta chiunque possieda lì un amico a quattro zampe: infatti devono prestare attenzione tutti coloro che risiedono nei pressi del viale delle Felci, e solo lì, sopratutto chi porta a passeggio il cane. Una procedura speciale di allontanamento per i cani randagi è stata adottata, seppur non interessati dal fenomeno poichè vaganti e non stabilmente dimoranti (e non appaiono essere oggetto di attenzione da parte del "serial killer").

Rimangono stupore e disgusto per un’azione tanto vile quanto incomprensibile; in merito, chiunque avesse informazioni utili può contattare la Polizia di Corato (0808720211) il Servizio veterinario della ASL (0803608229) le Guardie per l'Ambiente (0802471764) e il Settore Ambiente del Comune di Corato (0809592429).

 

1caniavvelenati2caniavvelenati3caniavvelenati