×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42
05/02/14

Rifiuti "in corsa". L'incivilta' che si mostra in tutta la sua vergogna

Una disgustosa abitudine quella di gettare buste di rifiuti dalla propria auto in corsa. Non siamo nella terra dei fuochi (con cui condividiamo un triste orizzonte), ma sulla strada in contrada Boscarello che porta alla "Ceramiche San Nicola" il polo produttivo di piastrelle nella zona industriale di Corato (BA).

Le foto unite non mentono sul degrado che la zona ha raggiunto. A tratti i rifiuti così lanciati, sparpagliati e per alcuni finiti (o lasciati) per strada, sembrano dipingersi in un quadro surreale.

Pattume domestico che non ha nulla a che vedere con i rifiuti che le attività che sorgono in quella zona sono in grado di produrre. Quindi ne consegue che la spazzatura in questione è stata prodotta necessariamente da più abitazioni private. Che semplicemente li raccolgono e se ne sbarazzano tenendo fede al livello di civiltà che queste persone hanno. Pattume in sacchetti che presto si spaccano e riversano il putrido contenuto tutto attorno.
Una condizione di sporcizia che purtroppo può chiamare a raccolta anche diversi animali selvatici o cani randagi che per lungo tempo, vista anche la quantità di rifiuti, potranno pasteggiare indisturbati.
L'attività di controllo - commentano le Guardie per l'Ambiente - prosegue incessante ed abbiamo in questi giorni sanzionato pesantemente alcuni di questi soggetti. L'obiettivo è ovviamente quello di frenare un fenomeno che ormai è diventato incontrollabile. Non soltanto di sera, ma anche in pieno giorno. Resta un problema di fondo, e di base, l'autorità comunale deve, e non può non fare la sua parte. Altrimenti è inutile proseguire.

{gallery}/SanNicola{/gallery}