×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42
26/04/14

Abbandono di Pneumatici usati. Fare in fretta per evitare roghi tossici

Corato (BA) - Abbandonate diverse decine di pneumatici nel parco nazionale dell'Alta Murgia. Il nucleo di tutela ambientale e animale delle Guardie per l'Ambiente si è immediatamente attivato sulla scorta della segnalazione di un cacciatore che li nei pressi ha una casa rurale a servizio dei propri terreni.

Siamo in area San Magno, a due passi dalla necropoli, zona 1 (di rilevante interesse naturalistico, paesaggistico e storico-culturale, caratterizzata da prevalente paesaggio «steppico» e rupicolo) del parco nazionale dell'Alta Murgia ed è questo il vergognoso spettacolo che si è presentato ...

{gallery}/Gomme_murgia{/gallery}

Il fenomeno non sembra avere momenti di pausa. Ormai è emergenza, anche per la pericolosità e facilità con cui questi pneumatici, se non conferiti opportunamente, vengono dati alle fiamme sprigionando tutto il loro carico di diossina che a pioggia imbratterà per diversi anni i frutti pendenti (e non) e le aree circostanti.

Sul fronte della tutela, spiegano le Guardie per l'Ambiente, ci auguriamo che tramite i codici a barre presenti sui rifiuti ed alcuni elementi identificativi rinvenuti sui pneumatici stessi si possa risalire in breve tempo agli autori del grave reato ambientale.

Le attività artigianali dovrebbero essere frequentemente oggetto di una maggiore verifica da parte delle Forze di polizia, anche con la preziosa e sempre gratuita collaborazione delle Guardie per l'Ambiente. Infatti, per i furbi, sono pesanti le sanzioni amministrative che comportano anche la chiusura dell'esercizio se in palese contrasto con la normativa ambientale e sanitaria.

«La vigilanza sarà ferma e dura nei confronti di coloro che si ostinano a non rispettare le regole del vivere civile ponendo a carico della collettività i pesanti costi delle azioni di bonifica e di smaltimento dei rifiuti abbandonati» ha rimarcato Pasquale LATERZA, presidente delle Guardie per l'Ambiente, soddisfatto anche dello spunto collaborativo con alcuni cacciatori, seri e ligi alle norme.

«Continuerà il monitoraggio del territorio per prevenire i reati ambientali anche con l'aiuto della tecnologia, infatti, a breve ci doteremo, grazie agli sforzi dei nostri soci (la Pubblica amministrazione sembra essere interessata ad altro ...) di sofisticati sistemi di sorveglianza per monitorare il fenomeno dell'abbandono dove questo è più frequente. I reati ambientali che portano a qualunque tipo  di inquinamento del nostro territorio non sono e non saranno, da noi, mai tollerati».

Ricordiamo anche la campagna del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare "IO SCELGO LA STRADA GIUSTA" contro il fenomeno dell'abbandono dei pneumatici usati.

 

 

 

 

Fermiamo l'abbandono illegale dei pneumatici fuori uso, eviteremo che alimentino i roghi tossici.

 

Io scelgo la strada giusta:

quando acquistiamo nuovi pneumatici, richiediamo lo scontrino o la fattura, faremo una scelta di legalità che tutela il nostro ambiente. Comprando legalmente i nuovi pneumatici versiamo, infatti, un contributo ambientale che assicurerà il recupero di quelli vecchi, fuori uso.
Questi diventeranno strade, campi da calcio in erba sintetica, componenti per l'edilizia, suole per le scarpe, energia e molto altro ancora.

 

http://www.ioscelgolastradagiusta.it