×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42
10/03/12

Sigilli ad opere edilizie abusive al servizio di un capannone.

TRANI. Opere abusive a servizio di un vasto capannone. Le prime sono state sottoposte a sequestro, il secondo è oggetto di ulteriori indagini. Ed ancora, la presenza di una serie di rifiuti speciali, probabilmente staccati in quello stesso luogo e senza le prescritte autorizzazioni.

Tanto è bastato perché adesso una persona, S.V, 49 di Andria, sia indagato dalla Procura della Repubblica di Trani per reati urbanistici ed ambientali. Titolare del fascicolo è la dottoressa Bruna Manganelli. Infatti, nell'ambito dell'attività di controllo del territorio in materia di polizia giudiziaria ed edilizia, la Polizia locale di Trani è intervenuta e ha posto i sigilli in una struttura di contrada Torricella, in agro di Trani (al confine con il territorio del Comune di Corato). L'operazione è stata ese­guita da ufficiali ed agenti della Pm tranese, con la collaborazione di personale dell'Ufficio tecnico comunale e delle Guardie dell'Ambiente di Cora­to.
Read More

Accertate violazioni urbanistiche ed edilizie (con riferimento al Testo unico in materia edilizia), nonché violazioni di natura ambientale in materia di trattamento e stoccaggio di rifiuti spe­ciali e pericolosi.

I sigilli sono scattati per i seguenti manufatti; un muro di confine in cemento armato, lungo oltre 100 metri ed alto quasi 6; un manufatto in laterizio a rustico di oltre 30 metri quadrati, con solaio in cemento armato attraversato da tramezzature e ·tubazioni; due va­sche imhoff interrate; un muretto in· calcestruzzo realizzato sul piazzale, perpendicolare al muro di confine, lungo 34 metri e con altezze da 1,20 a 2,45 metri. [Nico Aurora – LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, 10.08.2011]