×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42

Interventi

06/03/12

Giovinazzo (BA): le Guardie per l'Ambiente scoprono una discarica di 30.000 mc di rifiuti speciali

Troppi, tanti, tantissimi, una valanga di rifiuti speciali pericolosi e non. Una discarica a ridosso della S.S.16 Bis in zona "Ganga di Lupo", all'altezza del territorio della splendida Giovinazzo (BA).

A segnalarlo sono state le GUARDIE PER L'AMBIENTE che dopo aver fatto una dettagliata ricognizione hanno inoltrato una nutrita informativa ai Carabinieri e alla competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari. La vasta discarica si è presentata come un'area dedicata e approntata alla bisogna per ricevere con costanza ingenti quantità (circa 30.000 metri cubi) di mescolati materiali di risulta, uniti anche alle devastanti onduline di cemento contenente fibra di asbesto. Insomma, un allestimento di macchine e uomini pronti a "tombare" definitivamente, come se niente fosse, tutto il materiale inquinante.

Dalle discariche abusive possono derivare danni all’atmosfera (emissioni di fumi), alle acque (percolato), al suolo e sottosuolo (falde idriche), oltre che all’assetto del territorio ed al paesaggio (degrado generalizzato) nonché situazioni più grave di siti inquinati da bonificare ex post con urgenza.

La nostra forza - spiega il Presidente nazionale delle GUARDIE PER L'AMBIENTE, anch'egli guardia giurata ecozoofila -, è l'affrontare ogni problematica nell'alveo della legge e per la legge. Non amiamo indossare fregi e figurine stupide, vestendoci come alberi di natale con stelle filanti al seguito, ma privilegiamo solo azioni concrete, fatti, in sinergia con l'Autorità giudiziaria e con le altre forze di polizia, laddove queste si rendano disponibili e collaborative. Con le nostre quotidiane azioni, portiamo costantemente alla luce devastazioni inimmaginabili, conservando, per questo nostro alto impegno civile, il triste primato di aver dato impulso al primo procedimento in Italia di traffico di rifiuti. Con la forza della buona volontà, con il rigore di legge e la pulizia morale, si può fare molto per la nostra terra, perchè per camminarci sopra si deve almeno conoscerne il valore.

05/11/11

Rifiuti con le radici: scatta la denuncia

«Togliete di mezzo quei rifiuti». Questa la richiesta, più volte reiterata, dalle Guardie per l'Ambiente e riguarda un cumulo di numerosi rifiuti speciali - tra cui alcuni di presunta natura pericolosa - in contrada San Cristoforo, nei pressi della provinciale Corato-Altamura.

30/09/11

Ferito e intrappolato tra i rovi, gufo salvato da Polizia e Guardie per l'Ambiente

Con ogni probabilità sarebbe morto entro breve tempo. A salvarlo, invece, sono stati un po' di fortuna e la solerzia degli agenti del Commissariato di Polizia di Corato e delle Guardie per l'Ambiente.

Protagonista di questa storia a lieto fine è un bell'esemplare di gufo - che potete ammirare nella foto in alto e nella galleria fotografica - rimasto incastrato tra un folto cespuglio di rovi.

19/06/11

Un treno sulla Murgia ??? Si, ma l'ennesimo di pneumatici abbandonati!

Ancora un vasto abbandono di rifiuti speciali sul territorio coratino, in area del parco nazionale dell'Alta Murgia. Un territorio ferito, abbandonato, nonostante gli sforzi delle Associazioni di volontariato (e di molto pochi coscienziosi cittadini) a renderlo fruibile, scansando vecchi e nuovi assalti economici mascherati dalle parole "biodiversità" "ecologicamente compatibile", "il sole ti da una mano", "green location", insomma la solita salsa in maionese verde ... Ma i fatti???

03/06/11

Prima abbandonati, poi incendiati. Ecco la fine dei rifiuti nel parco dell'Alta Murgia

La denuncia era arrivata, puntuale, alla fine di marzo. «In un terreno a ridosso di una stradina sterrata nella contrada coratina "Sanzanello", a due passi dalla cosiddetta "mediana delle Murge", abbiamo ritrovato diverse tonnellate di rifiuti, prevalentemente materie plastiche», segnalarono le guardie per l'ambiente.

07/05/11

Le Guardie per l'Ambiente per la Regione Calabria e la Guardia di Finanza sequestrano una discarica di rifiuti speciali

Personale dell’Associazione Guardie per l’Ambiente per la Regione Calabria e della Guardia di Finanza di Scalea (CS) hanno oggi operato per bloccare alcune ripetute violazioni ambientali e paesaggistiche.