×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 42
29/07/15

Rifiuti e amianto nel parco nazionale

CORATO - La protesta, a cura dell'associazione nazionale Guardie per l'ambiente, gira su facebook e su youtube contro l'abbandono dei rifiuti e, addirittura, il ritrovamento di amianto fra i rifiuti abbandonati. Le guardie per l'ambiente fanno il loro lavoro ma l'inciviltà ha quasi sempre la meglio sugli sforzi per salvare il territorio.

"Organizzati e preparatati - si legge nella protesta veemente -  chi ha scaricato le tante lastre di amianto sapeva esattamente cosa faceva e perché lo faceva. Di notte e in una delle stradine carrozzabili dell'Alta Murgia. In pieno parco nazionale. Proprio a due passi da due importanti masserie la cui produzione vitivinicola è famosa in tutto il mondo".
Spiegano le Guardie per l'ambiente che con la stagione estia si acuiscono i fenomeni di abbandono di rifiuti speciali. Tanti. Piccoli o grandi. Non è importante. Testimoniano sempre lo scarso impegno da parte delle istituzioni a voler fermare questo malcostume. Un impegno che può essere affrontato solo con un'attività di vigilanza seria e competente. Non in maniera estemporanea o per sedare un momento. Ma i controlli sono sempre insufficienti e la tutela del territorio e della natura non è supportata come si dovrebbe.
"Cerchiamo di fare il possibile - si legge nel post - e oltre che rilevare gli abbandoni e segnalarli alle istituzioni dobbiamo anche preoccuparci che le istituzioni stesse facciano le opere di bonifica, quelle che la legge obbliga a fare . Ma questo non è semplice. Un piccolo abbandono può diventare una montagna insormontabile"
"Infatti se l'ente non provvede - prosegue la protesta  - dovremmo diffidarlo ad adempiere alla legge. Se l'ente non provvede anche dopo la diffida dovremmo, noi, presentare un ricorso al TAR con costi a nostro carico. L'alternativa sarebbe una denuncia alla Procura della Repubblica, che per via delle polverizzazioni delle responsabilità personali quasi sempre viene archiviata. E i rifiuti? Sono sempre lì" (La Gazzetta del Mezzogiorno - 29/07/2015).